Italia

TazzinaBar 1024x1012 oUhpPY

Caffè Corsini contro gli sprechi per la sostenibilità

Sul sito della torrefazione un’apposita sezione propone una gamma di prodotti ancora adatti al consumo, prossimi alla scadenza per il consumo.

Caffè Corsini Coldiretti Melitta Nazioni Unite To Good To Go caffè espresso outlet

1 di 2

Un’analisi di Coldiretti presentata in occasione della Giornata nazionale di prevenzione contro gli sprechi alimentari lo scorso 5 febbraio, ha evidenziato che ogni anno nel mondo viene gettato complessivamente oltre un miliardo di tonnellate di cibo, pari al 17% di tutto quello prodotto, con un impatto devastante sull’ambiente e sull’economia, ed un grande problema etico in un mondo in cui ci sono oltre 800milioni di persone affamate. Una prima risposta è arrivata dall’app To Good To Go, che permette a bar, ristoranti, forni, pasticceri, supermercati e hotel di vendere online a un tezo del prezzo originale il cibo venduto, “troppo buono per essere buttato”.
In occasione della Giornata internazionale dei diritti dei consumatori, in programma il 15 marzo, Caffè Corsini, che nel 2021 è entrata a far parte del gruppo internazionale Melitta ha infatti deciso di inaugurare, all’interno del proprio store online, una pagina “Outlet” che raccoglie caffè ed altri prodotti della Torrefazione ancora perfettamente conformi alla vendita, ma con un termine minimo di conservazione più ravvicinato rispetto al ciclo di vita degli alimenti solitamente commercializzati dall’azienda. In ogni scheda prodotto viene indicato il termine minimo di conservazione del lotto scelto al momento dell’acquisto nello shop online. L’iniziativa si propone di ridurre gli sprechi, garantendo allo stesso tempo al consumatore importanti occasioni di risparmio, che possono arrivare fino al 60% in meno, rispetto al tradizionale prezzo di vendita dei prodotti.
Istituita dalle Nazioni Unite nel 1986, la Giornata Internazionale dei Diritti dei Consumatori non tratta solo i diritti e i doveri del consumatore consapevole, ma promuove anche tematiche come la tutela dell’ambiente e la salute dell’economia in generale. Si tratta di una ricorrenza che intende rappresentare un’occasione per spronare tutte le forze di mercato a rispettare e accrescere la sicurezza dei consumatori, in quanto parte attiva dell’economia, alla quale la Torrefazione di Badia al Pino (AR) ha deciso di aderire offrendo il suo personale contributo. 
I prodotti della sezione Outlet di Caffè Corsini sono disponibili al link diretto www.caffecorsini.com/it/catalogo/18542/outlet.

L’articolo Caffè Corsini contro gli sprechi per la sostenibilità è un contenuto originale di bargiornale.

8DD4D49E 101B 47C7 A761 B469802F63FC 2560x1442 A7YeRD

Forno elettrico Ooni Volt 12: pro e contro

Come abbiamo più volte evidenziato, il numero di persone che ha cominciato a realizzare pizza fatta in casa è letteralmente esploso. Per chi non ha possibilità di stanziare un forno specifico all’esterno, l’unica possibilità è ricorrere ad un modello elettrico. Sul mercato è disponibile il nuovo Ooni Volt 12 della celebre realtà scozzese Ooni. L’azienda è nata
L’articolo Forno elettrico Ooni Volt 12: pro e contro proviene da Garage Pizza.

DSC1671 1080x720 gp7xWX

Pastry Bit Competition: i finalisti della competizione

Come accennato da un nostro precedente articolo, dall’1 al 3 marzo presso il Grand Hotel Paradiso di Pontedilegno – Tonale (BS) si sono tenute le semifinali di Pastry Bit Competition, la gara rivolta ai professionisti della pasticceria promossa da Molino Dallagiovanna e dal maestro Leonardo Di Carlo, pioniere della Pasticceria Scientifica, con Gambero Rosso in
L’articolo Pastry Bit Competition: i finalisti della competizione proviene da Garage Pizza.

313218471 8402329033142595 1485550896416798375 n 1080x1080 c1RQNF

Il Master del Cornicione continua: i selezionati fino a questo punto

Master del Cornicione, la sfida lanciata da Molino Vigevano e supportata da Lievitamente e Garage Pizza continua senza sosta, e mette ancora una volta al centro la battaglia dedicata alla Pizza Fatta in Casa. L’evento in questione è volto all’assegnazione del titolo di #MasterDelCornicione: tale titolo consente di diventare Ambassador di Molino Vigevano. La competizione
L’articolo Il Master del Cornicione continua: i selezionati fino a questo punto proviene da Garage Pizza.

2C7B64C6 5AAB 48D9 9AAA FA639B8E65B9 2560x1442 TTJiAg

Ooni lancia Volt 12, il suo primo forno elettrico: unboxing e video

La realizzazione della pizza fatta in casa ha subito un grosso slancio durante la pandemia, ma in realtà è sempre stato argomento di grande interesse da parte degli appassionati, che si sono sempre dilettati nella sua realizzazione in una moltitudine di maniere e tipologie, più o meno adeguate per gli strumenti a disposizione. C’è stata
L’articolo Ooni lancia Volt 12, il suo primo forno elettrico: unboxing e video proviene da Garage Pizza.

CAF14DE8 DBD5 4A78 965D 900F8264988B 1080x1080 OCT40H

Come è il primo PIZZIUM nella fossa dei leoni di Napoli

Quando si parla di catene di pizzerie, non di rado il purista storce il naso e vi associa un altro termine a cui da una connotazione negativa, ovvero “industriale”. Che significa tutto o niente, anche maggiori risorse per garantire un certo standard, uniformità di prodotto e controllo, non necessariamente una mancanza di anima e di
L’articolo Come è il primo PIZZIUM nella fossa dei leoni di Napoli proviene da Garage Pizza.

GrosMarket via Spataro Genova Area Didattica 1 E13MbK

Gli appuntamenti di formazione professionale targati GrosMarket

Al via il 2 marzo il ciclo di masterclass gratuite, in presenza e online (in diretta e on demand), organizzate dal cash&carry di gruppo Sogegross per gli operatori del fuoricasa

GrosMarket cash&carry comunicazione social formazione fuoricasa masterclass miscelazione preparazione alimenti pulizia locale sogegross

Ai nastri di partenza il primo ciclo di GrosMarket Live Lab, il nuovo programma di formazione gratuita organizzato dal cash&carry di Gruppo Sogegross per gli operatori del fuoricasa. In calendario 8 masterclass organizzate ogni giovedì, a cominciare dal 2 marzo, che spaziano dalle tecniche di preparazione degli alimenti alla miscelazione, dalla comunicazione sui social media alla pulizia del locale.
Il progetto nasce per aiutare i professionisti a migliorare la gestione dell’attività e rende ancora più ricca l’offerta di servizi dedicata al canale da GrosMarket. Servizi che, oltre a un assortimento completo di prodotti proposto dai 23 punti vendita (8 in Liguria, 5 in Piemonte, 4 in Lombardia, 3 in Emilia Romagna e 3 in Toscana), comprende anche la consulenza e la nuova piattaforma e-commerce grosmarket.it, declinata anche su app, che a sua volta permette di usufruire dei servizi Delivery, per con consegna presso l’attività, e Click&Collect per la prenotazione della merce e il ritiro nel punto vendita.
Tornando all’attività di formazione, le masterclass di sono tenute da docenti di provata esperienza nel settore e si svolgono in presenza all’interno dell’Area Didattica del punto vendita GrosMarket di Via Spataro a Genova Sampierdarena, ma sono disponibili anche online, in diretta e on demand. In entrambi i casi, la partecipazione è gratuita, previa registrazione sul sito di GrosMarket Live Lab.
L’Area Didattica (presente anche all’interno del cash&carry di Rivoli) è allestita con cocktail station, cucina professionale e forno pizzain modo da permettere ai partecipanti di approfondire al meglio l’utilizzo dei prodotti e provare nuove tecniche di preparazione e cottura.
Gli appuntamenti di marzo
Il programma di appuntamenti si apre il 2 marzo con la masterclass Fai la differenza con il cioccolato nel tuo menu (ore 15.30-17.30) a cura di Diego Poli, chef della Chocolate Academy Milano, in partnership con Callebaut, che guiderà alla scoperta del mondo del cioccolato e sulla sua valorizzazione nel menu, all’interno dei dessert ma non solo. Il 9 è invece in programma l’incontro Panne da montare e dessert: qualità e praticità al servizio della ristorazione (ore 15-17) con chef Bruno Mancin, in partnership con Debic. Si prosegue il 16 con la masterclass Social media per il settore Horeca: strategie, pianificazione ed errori da evitare (ore 15.30-17) con Sharon Rappa, social media & content manager, in partnership con Tlc Web Solutions, incentrata sullo sviluppo di strategie di comunicazione sui social e la creazione di post interessanti che stimolino l’attenzione dei potenziali clienti. Il 23 sarà la volta della masterlass Vasocottura: la tecnologia a servizio di tutti i tipi di ristorazione (ore 16-17) con lo chef Mirko Fabbri, in collaborazione con Orogel, che illustrerà come dare vita a creative preparazioni con questa tecnica. Ultimo appuntamento di marzo, il 30 con la masterclass Low Abv Ccocktails – i cocktail a bassa gradazione alcolica (ore 14.30-16.30) tenuto da Edoardo Banfi, master bartender di Campari Academy, con la quale è stata organizzata, che farà il punto su questo trend della miscelazione e come creare drink all’insegna del basso contenuto calorico e del consumo responsabile.
Le masterclass di aprile
Il ciclo di masterclass prosegue ad aprile con altri 3 appuntamenti. Il 6 è in programma l’incontro Come garantire una Pulizia impeccabile del tuo locale (ore 15.30-17.00), con Marco Zanenga, application expert, in partnership con Diversey. Il 13 la masterclass La Pizza contemporanea (ore 15-17) Con Davide Civitiello, campione di Pizza Stg, in partnership con Caputo. Chiude il calendario l’appuntamento del 20 (ore 10.30-12) I prodotti ittici tra tradizione sarda e modernità con chef Daniele Cui, in partnership con Smeralda.

L’articolo Gli appuntamenti di formazione professionale targati GrosMarket è un contenuto originale di bargiornale.

Helba Gin 1P5Ipz

Helba Gin, l’essenza dell’Elba racchiusa in bottiglia

Creato da Federico Figini, questo London dry artigianale dal carattere mediterraneo nasce per celebrare l’isola toscana, a partire dalla sua formula a base di botaniche spontanee del territorio

Anonima Distillazioni Federico Figini Helba Gin Isola d’Elba London Dry Gin Matteo Mercaldo Paolino Stoppa Vittorio Tadiello appbargiornale bartender edicola gin miscelazione

C’è un filo rosso che, nonostante la differenza di tipologia, lega molti degli spirit nati negli ultimi anni: la volontà di racchiudere ed esprimere l’essenza di un territorio e i suoi sapori. Tale volontà anima anche Helba Gin, un London dry che con il suo carattere fresco e aromatico racconta i profumi e i sapori della macchia mediterranea dell’isola d’Elba.

1 di 2

Federico Figini, fondatore di Helba Gin

Il distillato è stato partorito dalla mente di Federico Figini, milanese esperto di comunicazione, che in questo progetto ha fuso la sua passione per il bere bene con quella per l’isola toscana, sua terra di adozione.
Materie prime del territorio
L’omaggio di Helba Gin all’Elba parte dal nome, “Helba” era infatti il suo nome medievale, e continua con la ricetta che prevede l’uso di 7 botaniche tutte e solo che crescono spontaneamente sull’isola: ginepro, mirto, castagne, menta selvatica, semi di coriandolo, radice di liquirizia alle quali si aggiunge un elemento marino, le alghe. Completano la formula alcol da grano tenero biologico certificato e acqua purissima, anche questa proveniente dall’isola, per la precisione dalla Fonte Napoleone sulle pendici del monte Capanne, la vetta più alta dell’Elba.
Per la produzione del suo gin Figini si è affidato ad Anonima Distillazioni, giovane distilleria nata nel 2018 a Gubbio (Perugia). Tutte le lavorazioni nella distilleria sono fatte artigianalmente e il gin viene distillato con metodo London dry, in alambicco discontinuo carter head, realizzato per l’azienda da Frilli.
Carattere mediterraneo
Il risultato è un gin (alc 40% in vol) dallo spiccato carattere mediterraneo, fresco e aromatico. Caratteristiche che si manifestano sia al naso, dove i sentori di mirto e menta selvatica appena accennati si fondono con una leggera nota salmastra data dalle alghe, sia al palato dove il ginepro, mai invasivo esalta le note balsamiche, per chiudersi con un finale morbido, grazie alle castagne secche e alla naturale dolcezza sempre apportata dalle bacche di ginepro. Caratteristiche che ne fanno un prodotto adatto per essere proposto anche in purezza, liscio o ghiacciato, per apprezzarne in pieno il bouquet.
A tutta miscelazione
Ma Helba Gin nasce principalmente per la miscelazione, odve i sui aromi e la sua delicatezza lo rendono perfetto non solo per un Gin&Tonic, dove si sposa con toniche di tipo “indian”, ma anche per la rivisitazione di grandi classici o per nuove creazioni, come mostrano alcuni signature ideati da alcuni noti bartender italiani e che ne valorizzano profilo e botaniche. Come, per esempio, Helba Negroni, firmato Paolino Stoppa e Matteo Mercaldo del bar del luxury Hotel Villa Ottone di Portoferraio, sull’Elba, twist del grande aperitivo italiano preparato miscelando il gin con Bitter Campari e liquore al finocchietto selvatico. O P.M. Martini, interpretazione del principe dei cocktail, sempre firmata dal duo Stoppa e Mercaldo, dove invece Helba si unisce a vermouth dry infuso con capperi con sott’aceto. E, ancora, per fare un altro esempio, Sabino’s Reminder di Vittorio Tadiello del Cotton Candy di Milano, creato miscelando il gin con Cocchi Americano, succo di limone, assenzio, maraschino, Dash Orange Bitters, gocce di soluzione salina e completando con foglie di mirto come decorazione.
Un pack di design
Anche il pack del gin è una celebrazione dell’isola. La bottiglia, da 70 cl, disponibile anche in versione mini da 20 cl, è un oggetto di design dove ogni dettaglio rimanda a elementi del territorio. A partire dalla scelta del vetro azzurro, che riporta alla mente le sfumature del suo mare visto dall’alto di una scogliera. Per proseguire con l’artwork che la impreziosisce, realizzata a mano dall’illustratore milanese Il Tela e che rappresenta un cuore di pirite, il minerale simbolo dell’isola, presente in abbondanza nel sottosuolo.
REGISTRATI SU PREMIUM.BARGIORNALE.IT
E SCARICA LO SPECIALE GIN
Le ricette di Helba Gin
Helba Tonic di Paolino Stoppa e Matteo Mercaldo

Ingredienti:5 cl Helba Gin, 15 cl Indian tonic waterPreparazione:buildGuarnizione:scorza di limone e ciuffo di finocchietto selvaticoBicchiere:highball o ballon
Helba Negroni di Paolino Stoppa e Matteo Mercaldo
Ingredienti:4,5 cl Helba Gin, 2,5 cl Bitter Campari, 1,5 cl liquore al finocchietto selvatico, 1 dash Orange BittersPreparazione:stir & strainGuarnizione:fetta di limoneBicchiere:tumbler basso
P.M. Martini di Paolino Stoppa e Matteo Mercaldo
Ingredienti:6 cl Helba Gin, 6 cl Caper Dry Vermouth**Preparazione del Caper Dry Vermouth: lasciare in infusione per 5 ore, 200 ml di vermouth dry con 15 gr di capperi sott’aceto accuratamente risciacquatiPreparazione:stir & strainGuarnizione:fiore di capperoBicchiere:coppa Martini
Sabino’s Reminder di Vittorio Tadiello
Ingredienti:4,5 cl Helba Gin, 2,5 cl Cocchi Americano, 20 cl succo di limone, 0,5 cl assenzio 0,5 cl Maraschino, 0,3 cl Dash Orange Bitters, 3 gocce soluzione salina, 3 foglie di timoPreparazione:shake & strainGuarnizione:3 foglie di timoBicchiere:coppa Martini

L’articolo Helba Gin, l’essenza dell’Elba racchiusa in bottiglia è un contenuto originale di bargiornale.

Caffe Moak Ghemon Cafe Unplugged 1ZGzh4

Cinque musicisti per cinque miscele: i vincitori di Café Unplugged by Moak

Si è svolta al Cortile Flora di Milano la live session che ha incoronato i giovani artisti vincitori del concorso dedicato ai musicisti emergenti e organizzato dalla torrefazione siciliana con Rolling Stone Italia

Avex Caffè Letterario Caffè Moak Café Unplugged Cortile Flora DD Chic Fuori Fuoco JnZ Marchi Nobody Rolling Stone Italia caffè concorso musicale musicisti emergenti

DD Chic, Nobody, Marchi, JnZ e Avex: sono loro i 5 giovani artisti trionfatori di Café Unplugged, il concorso organizzato da Caffè Moak insieme a Rolling Stone Italia e dedicato ai musicisti emergenti. Concorso che sfida gli artisti emergenti a valorizzare con brani originali i generi musicali che hanno ispirato la gamma di miscele My Music Coffee, lanciata nel 2016: classic, funk, soul, jazz e rock, premiandone uno per ogni categoria.
L’atto finale del Vol. 2 del contest è andato in scena al Cortile Flora nel Moscova District Market di Milano con la live session, una serata di festa e di musica durante la quale i vincitori hanno eseguito dal vivo i brani con i quali si sono aggiudicati la vittoria. Serata che ha avuto come special guest il rapper e cantautore Ghemon, che si è esibito con alcuni tra i suoi brani più famosi, quali Piccoli brividi, Rose e Viole, Momento perfetto.

I musicisti emergenti vincitori di Café Unplugged

1 di 5

DD Chic

Nobody

Avex

Marchi

JnZ

«Da sempre Moak sostiene gli artisti emergenti e per farlo abbiamo scelto i concorsi, il più noto è Caffè Letterario, che nel 2022 è arrivato alla sua ventesima edizione – ha raccontato a bargiornale.it Annalisa Spadola, direttrice marketing di Caffè Moak -. Ma anche Café Unplugged in collaborazione con Rolling Stone Italia, alla sua terza edizione, mi sta veramente molto a cuore. Sono particolarmente felice soprattutto per i 5 vincitori che sia tornato a essere dal vivo. Quest’anno i brani musicali ricevuti erano tantissimi e la giuria ha selezionato 5 artisti bravissimi, che stasera ci hanno incantato con le loro voci, musica e parole».
Un profondo legame tra caffè e cultura
Café Unplugged è infatti solo l’ultima delle iniziative promosse in campo culturale dalla torrefazione siciliana, fondata nel 1967 da Giovanni Spadola e oggi guidata dai figli Alessandro, nel ruolo di ceo, e Annalisa, in quello di cmo, a suggellare un legame tra mondo del caffè e della cultura nelle sue diverse forme che l’azienda coltiva da lungo tempo. E sempre puntando i riflettori sui giovani artisti, con l’obiettivo di offrire loro un’opportunità per emergere nel panorama nazionale e internazionale. Così nel 2000 è nato il concorso Caffè Letterario Moak, seguito da Fuori Fuoco, il contest fotografico internazionale che racconta il caffè in scatti, inaugurato nel 2015. Progetti che hanno acquisito importante rilievo nei rispettivi campi. Con lo stesso obiettivo è nato Café Unplugged, dove la tazzina trova la sua forma di espressione nelle note musicali.
I premiati
La serata di live session è stata condotta dalla conduttrice radiofonica Betty Senatore, a capo della giuria di qualità, che insieme al voto social ha decretato i vincitori.
Più nello specifico JnZ si è aggiudicato la vittoria nella categoria Classic “Decaffeinato Classic” con Piano and variations-1. DD Chic con Guarda la realtà nella categoria Funk “Morbido Funk”. Avex con The end nella categoria Soul “Intenso Soul”. Marchi con Gennaio nella categoria Jazz “Aromatico Jazz”. E Nobody con Luminol (Pt.2) nella categoria Rock “Forte Rock”.
Il premio per i 5 artisti è un’intervista, con servizio fotografico, diffusa per un periodo di due settimane in tutti i canali di Rolling Stone Italia e di Caffè Moak, Ma soprattutto, i loro brani sono stati inseriti in tutte le confezioni della linea My Music Coffee con un apposito QR code che ne permette l’ascolto integrale.

L’articolo Cinque musicisti per cinque miscele: i vincitori di Café Unplugged by Moak è un contenuto originale di bargiornale.

Welbilt FitKitchen Oi4tdc

Migliora l’efficienza e gli incassi del locale con Welbilt FitKitchen

Combinando i modelli di Merrychef, Convotherm e Crem, la nuova soluzione permette di ampliare il menu, aumentare l’efficienza e la produttività di ogni tipologia di locale, abbattendo i costi e alzando il business

Convotherm Crem EX3 KitchenConnect Merrychef Welbilt Welbilt FitKitchen forni intelligenti forno combinato macchina espresso sistemi di cottura

Rivoluzionario e ideale per tutti i tipi di attività ricettiva, che abbiano o meno personale esperto in cucina o una licenza per l’estrazione dei fumi. È così che si presenta Sistema Welbilt FitKitchen, la nuova soluzione lanciata da Welbilt, tra le maggiori realtà mondiali specializzate nella produzione e commercializzazione di apparecchiature per il fuoricasa.

1 di 3

I forni a cottura accelerata Merrychef ConneX

Il forno combi Convotherm maxx pro

La macchina espresso EX3 full size

Il nuovo sistema è nato per modernizzare il mondo del fuoricasa, grazie alla combinazione vincente per qualsiasi attività del comparto delle attrezzature ad alte prestazioni proposte dall’azienda. Abbandonando le convenzioni delle cucine orizzontali tradizionali, il Sistema Welbilt FitKitchen si unisce a Industry 4.0 con la connettività KitchenConnect, che fornisce informazioni in tempo reale per migliorare le prestazioni delle apparecchiature, ridurre tempi e costi di produzione – controllando gli sprechi alimentari – e aumentare il business del locale, senza alcuna rinuncia sul piano della qualità. Una soluzione che garantisce più velocità, più efficienza, più sostenibilità e meno costi.
SCOPRI DI PIÙ SUL SISTEMA WELBILT FITKITCHEN
La combinazione di tecnologie ad alte prestazoni
Il sistema sviluppato da Welbilt ordina tutto il lavoro all’interno di una cucina e si adatta a qualsiasi tipo di locale e menu, attraverso la combinazione più adeguata. Così, la combinazione del forno ultraveloce Merrychef conneX (leggi Merrychef conneX, i forni smart di nuova generazione ancora più veloci) – che assicura consumi di energia minimi – con la macchina per caffè espresso EX3 di Crem (leggi Crem lancia la nuova mini-linea delle premiate macchine per espresso EX3) rappresenta la soluzione vincente per attività come le caffetterie e bar privi di canna fumaria.
Mentre l’abbinamento tra il forno combi Convotherm maxx pro e il Merrychef conneX è perfetta per soddisfere le aspettative anche del ristorante più esigente. In quest’ultima configurazione del Sistema Welbilt FitKitchen la produzione viene effettuata nel Convotherm maxx pro – che dispone anche della funzione di cottura notturna in modo da rifurre drasticamente i consumi energetici – mentre la preparazione finale del servizio viene effettuata con Merrychef, che grazie alla sua velocità permette di rigenerare i prodotti in secondi, conservandone la massima qualità ed evitando code per il servizio di delivery.
Ottimizzare lavoro e costi e aumentare gli incassi
Pertanto, l’innovativo Sistema Welbilt FitKitchen di Welbilt aiuta a chiudere il cerchio nell’organizzazione del lavoro in cucina, in modo che anche gli operatori non qualificati possano servire qualsiasi tipo di piatto con risultati di alta qualità. La sua tecnologia e connettività consentono il controllo totale degli stock per evitare sprechi e scadenze, assicurano un maggiore turnover dei clienti, grazie alla combinazione del servizio al tavolo con il delivery, e una riduzione dei costi, permettendo al locale di ampliare la propria offerta gastronomica. Una soluzione vincente per tutte le realtà che vogliono offrire una cucina agile e tecnologicamente avanzata.
In supporto ai locali Welbilt dispone di un team professionale di consulenti, che vantano grande esperienza e conoscenza nei processi in cucina, per aiutare ogni realtà a trovare la  configurazione ottimale del Sistema Welbilt FitKitchen, riducendo al minimo i costi delle attrezzature e massimizzando i risultati garantiti dalla tecnologia.
SCOPRI DI PIÙ SUL SISTEMA WELBILT FITKITCHEN

L’articolo Migliora l’efficienza e gli incassi del locale con Welbilt FitKitchen è un contenuto originale di bargiornale.

Newsroom

Sales Mobility

Per i clienti registrati il nostro Sales Mobility è attivo all’indirizzo precedente e raggiungibile da questi collegamenti.

Supporto

Incontriamoci

Amelia 3 Srl
Vocabolo Stibi snc – CAP 05022 – Amelia
Frazione Fornole zona industriale

Nuovi clienti

Se non sei già cliente puoi ricevere i nostri cataloghi contattando un Customer Expert che potrà guidarti nel mondo dei prodotti Amelia 3.

Unisciti a noi

Ci stiamo espandendo in tutte le regioni del centro Italia e siamo alla ricerca di persone che condividano la nostra missione e i nostri obiettivi.

Unisciti a noi

Ci stiamo espandendo in tutte le regioni del centro Italia e siamo alla ricerca di persone che condividano la nostra missione e i nostri obiettivi.

I nostri cervelloni del Marketing ci stanno lavorando...
...nel frattempo puoi entrare in contatto con un Customer Expert o collegarti all'App Sales Mobility con le tue credenziali precedenti.

Dove vedi questa icona puoi scegliere in quale lingua tradurre il contenuto facendo click sulla bandiera.

Attualmente i cataloghi sono disponibili su App per i clienti registrati.
Se non sei già nostro cliente contatta un Customer Expert.

Newsletter

Una raccolta di contenuti, ricette, spunti, idee e riflessioni sul mondo HoReCa.